LogoEstivo                               

Sabato, 07 Settembre 2013 10:24

Le manovre del Surf da onda

raccolta-img-manovre-surf

DUCK DIVE
Manovra che consente di superare i frangenti imitando il movimento delle anatre, si spinge la tavola con le braccia sott’acqua, quindi, contemporaneamente, si spinge la tavola con un ginocchio sott’acqua(come se si dovesse bucare l’onda).

TAKE OFF
Il take off è la partenza sull’onda. Quando ci si trova sulla line up, e l’onda sta per arrivare, bisogna remare con forza con entrambe le braccia, e non appena si sente che la tavola comincia a muoversi da sola, mettersi in piedi su questa il più velocemente possibile.
Più un’onda è ripida, più bisogna essere rapidi nel salire sulla tavola. Talvolta, un take off eseguito troppo tardi può causare brutte conseguenze.Il take off è meglio eseguirlo leggermente distanti dal picco dell’onda, in modo da avere tempo per partire. Poi con l’acquisizione di maggiore esperienza, lo si può eseguire direttamente sotto al picco(alcuni esperti partono addirittura prima del picco!).

LATE TAKE OFF
Partenza ritardata sull'onda, quando cioè questa ha già cominciato a chiudere.Weak take off Partenza “debole”, cioè in anticipo rispetto all’onda.

BOTTOM TURN
Il bottom turn, letteralmente "curva alla base", e' la manovra che, dopo la discesa dall'onda, ti riporta sulla spalla della stessa e ti permette di continuare a surfare con la giusta spinta. Durante la partenza dovresti già avere deciso il punto dove iniziare a curvare, la decisione dipende dalla forma dell'onda: se l'onda e' lenta devi iniziare a curvare completamente alla base, mentre se l'onda e' veloce devi mantenerti leggermente piu' alto sulla parete dell'onda. A seconda dell'onda e del surfer il bottom turn sarà eseguito.

BUTTOM TURN FRONT SIDE
Come regola generale cerca di prendere l'onda prima possibile in modo da avere piu' tempo per impostare la manovra. Una volta in piedi sulla tavola il piede di poppa deve essere posizionato con le dita leggermente rivolte verso il nose, poiche' questo facilitera' la rotazione dell'anca, evitando strappi al ginocchio.
Stai piu' basso possibile sulla tavola, in modo da mantenerti in equilibrio, concentrando la maggior parte del peso del corpo sul piede di poppa. Mentre scendi dall'onda in posizione accovacciata tieni il torace parallelo rispetto al nose, girando la spalla davanti verso il bordo esterno della tavola, inoltre tieni lo sguardo fisso sul punto dove hai intenzione di eseguire la manovra.
Ora comincia il turn: per girare comincia a spostare il peso sulle dita dei piedi, spingendo cioe' il bordo interno della tavola e gradualmente spostando le anche in avanti e contemporaneamente alzandoti dalla posizione abbassata. Da questo momento le spalle sono fondamentali poiche' come giri le spalle gira anche la tavola. Quindi girale nella direzione in cui vuoi andare, cioe' verso la faccia dell'onda: mentre spingi in avanti la spalla anteriore, tira indietro quella posteriore. Piu' la spalla avanti sara' roteata in direzione del lip piu' il turn ti portera' verticale sull'onda. L'importante e' che le spalle lavorino come se fossero un unico pezzo che ruota su un perno.

BUTTOM TURN BACK SIDE
Nel bottom turn back side (di schiena all'onda) la posizione e' leggermente diversa da quella del bottom turn front side: il piede di poppa infatti deve avere le dita rivolte maggiormente verso il nose, ed anche il piede davanti deve essere piu' angolato.
In partenza stai sempre basso sulla tavola, con gli occhi fissi sul punto in cui andrai a curvare.
Comincia la curva: fai pressione sul piede posteriore ruotando il ginocchio in avanti, sopra il bordo esterno, e spostando il sedere sul piede posteriore, verso poppa. Cio' comportera' una rotazione delle anche in direzione dell'onda. Allo stesso tempo, cercando di compiere un unico movimento fluido, ruota la spalla davanti verso l'onda. Aiutati girando anche la testa come a voler guardare il lip dietro di te. Piu' girerai il corpo in questo modo insieme alla spalla davanti e piu' il turn sara' radicale.

CUT BACK
Alla fine del bottom turn, se l'onda non e' abbastanza ripida da permetterti un re-entry, puoi fare un cut-back, ampia curva sulla cima dell'onda in una zona meno ripida. Con una buona velocita', dopo il botton turn, allontanati dalla sezione dell'onda che frange; ruota il busto e proietta le spalle e le braccia all'interno della curva.
Comincia la curva spingendo soprattutto con il piede di poppa. La pressione del piede sulla poppa deve essere proporzionata a condurre la tavola sul bordo interno senza farle perdere tenuta durante tutta la durata della manovra. Alla fine del cut back riporta la tavola in posizione piatta e ridistribuisci il peso su entrambi i piedi, fissando sempre il punto dove frange l'onda. A questo punto eseguirai un nuovo bottom turn, cercando di farlo piu' secco e veloce, per riportarti nella stessa direzione dell'onda.

LAYBACK

Layback Una versione del cut back che prevede, invece di completare la curva a S, uno stallo della tavola, con uno sbilanciamento del corpo (piegato sulle ginocchia) all'indietro, fino a toccare la schiena nel cavo dell'onda che ridà la spinta necessaria per ripartire.

SLASH

Un cut back molto radicale, secco.Roundhouse eseguire un cut back descrivendo un arco semicircolare dalla cresta verso la base dell’onda.

OFF THE LIP
Letteralmente significa "contro il labbro dell'onda". Dopo aver risalito l'onda in seguito al bottom turn, questa manovra ti permette di rientrare in posizione di partenza utilizzando il lip dell'onda. Per fare un buon off the lip occorre velocita'. Quindi occorre fare prima un buon bottom turn per acquisire la velocita' necessaria.
Dopo il bottom comincia ad alzarti dall'accovacciamento, mentre risali la parete dell'onda spingi indietro le anche in modo da alleggerire il peso sul piede davanti e spostandolo per la maggior parte sul piede posteriore. Contemporaneamente gira le anche e il busto verso il punto del lip in cui vuoi andare. Anche in questa roteazione sono fondamentali le spalle, ruota la spalla davanti in direzione del lip, tirando all'indietro quella posteriore: piu' tiri piu' vai verticale. Tutto questo mentre il peso e' posizionato sul bordo interno della tavola.
Giunto sul lip comincia a spostare il peso sul bordo esterno ed a ruotare la spalla posteriore in senso opposto la rotazione precedente. Nel frattempo dovresti essere tornato in posizione accovacciata, che ti permettera' di rimanere bilanciato e di acquisire accelerazione, ed essere quasi tutto fuori dall'onda, pronto a girare e rientrare. Avvicinando il petto alle ginocchia, premi leggermente sul piede posteriore e ruota le anche in modo da rigirarti verso la parete dell'onda. Nel momento in cui ruoterai la spalla avanti verso l'onda, e con lei il busto e la testa effettuerai il turn. Successivamente mentre stai facendo un nuovo take off, ritorna in posizione accovacciata pronto per la prossima manovra.
N.B. Quando effettui l'off the lip front side, al momento del turn sul lip ruota la testa verso la faccia dell'onda, non ti girare verso gli spruzzi, poiche' cio' impedirebbe alla testa di girare e di conseguenza di effettuare un buon off the lip.

ROLLER COAST
Manovra simile, ma meno radicale dell'off the lip.

FLOATER
Manovra che consiste nel fluttuare in cima all’onda sulla parte di lip che si sta chiudendo. Questa manovra può risultare molto pericolosa su onde alte.

REENTRY
Manovra sul lip, che il surfista impatta e surfa per un attimo, scivolando sulla cresta che frange per poi ricadere giù. Differisce dal floater per il fatto che in quest'ultimo il surfista galleggia sulla spalla frangente del lip, mentre nel reentry il surfista scivola davanti al lip.

AERIAL
Termine riferito ad ogni manovra con cui il surfer letteralmente decolla insieme alla tavola, staccandosi dall'onda per poi rientrarvi al termine della manovra stessa.Solitamente l’aerial si esegue con una rotazione di 180° in maniera tale da atterrare dritti sull’onda. E’ anche possibile eseguirlo atterrando in fakie, cioè nel caso in cui non si ruoti, o si faccia una rotazione di 360°. Persone molto brave specializzate negli aerial, riescono talvolta addirittura a chiudere dei 540°!E’ possibile anche grabbare la tavola mentre si è in aria, per esempio in indy o in method.

GRAB RAIL
Manovra che consente di evitare di essere spazzati via dall'onda quando il labbro di essa sta chiudendoci addosso. Consiste nel piegarsi ed afferrare con la mano il bordo esterno della tavola.

HANG FIVE
Manovra tipica del longboarder, consiste nel surfare tenendo un piede sull'estrema prua della tavola, tanto da avvolgerne il bordo con le dita.

HANG TEN
Come Hang Five ma con entrambi i piedi.

HELICOPTER
Stando sulla punta della tavola(solitamente una longboard), si gira su se stessi facendo ruotare la tavola, simulando la rotazione delle pale di un elicottero

 

Read 3499 times